Home > PRODOTTI

STRUMENTI TESSILI Branca Idealair

Dal 1925, Branca Idealair produce strumenti per prove tessili



Logo-Branca-Idealair

La società Branca Idealair, nata a Milano ed dal 1962 trasferita come sede legale e operativa a Mercallo - Varese, è un'azienda italiana consolidata nel ramo del controllo tessile per analisi sulla qualità di fibre, filati e tessuti all'interno di laboratori tessili, istituti scolastici, di ricerca e imprese tessili a livello nazionale ed estero.

Gli strumenti di controllo tessile realizzati da Branca Idealair per la caratterizzazione merceologica dei prodotti tessili e sono strumenti d'analisi progettati e realizzati secondo gli Standard Internazionali UNI, EN, ISO, BS, NF, IWS, SN, AATCC, ASTM GB, JIS, IWTO, etc... e forniti con marchio CE e certificazione di fabbricazione "state-of-the-art".

La produzione degli strumenti viene seguita da personale qualificato in appositi reparti partendo dalla lavorazione meccanica del telaio.
Assemblaggio elettrico e collaudo finale sono seguiti da personale tecnico qualificato che esegue attività di taratura e verifica funzionale di ogni strumento oltre a servizi di manutenzione, taratura e certificazione presso il cliente.

Attraverso il laboratorio condizionato a temperatura e umidità controllate secondo la norma ISO 139:2011 si effettuano controlli e verifiche interne di taratura degli strumenti per certificare determinati prodotti offerti come ad esempio le dime di calibrazione per gli Air permeability.

Nel 1925, l'Ing. Alberto Branca propose alle industrie tessili una versione innovativa del primo modello in Italia di stufa di condizionatura Regain tester 70 per analisi sul contenuto di umidità e tasso di ripresa per le fibre tessili; con un riscontro largamente positivo la stufa di condizionatura venne impiegata da grandi imprese del settore per determinare il tasso commerciale di ripresa (%) dei materiali tessili.

Branca-Regain-tester-70


"L'elemento essenziale ed il valore aggiunto allo svolgersi delle analisi e/o controlli su materiali tessili è la condizione di equilibrio termoigrometrico"

Il metodo corretto è porre i campioni di materiale tessile in un ambiente ad Atmosfera Standard ad una temperatura di 20°C +/- 1°C e umidità relativa a 65 +/- 2%, fino a raggiungere un equilibrio termoigrometrico inerte tra materiale e atmosfera di ambientamento (Vedi "Laboratori per il Tessile").

Una volta raggiunto tale equilibrio, il materiale si considera in uno stato fisico stabile, condizione che dev'essere raggiunta per assorbimento o rilascio d'umidità.

Per ottenerlo si impiegano unità per il condizionamento di precisione come gli Elementi Climatici, ovvero impianti progettati per far circolare un certo quantitativo d'aria (m3/h), regolandone accuratamente Temperatura e Umidità Relativa in completa autonomia.

In modo tale che le grandezze fondamentali restano all'interno dei limiti prescelti dalle normative e il più possibile costanti in ogni punto dell'ambiente condizionato garantendone la miglior uniformità.

Il monitoraggio e l'acquisizione dei valori ambientali venivano registrati in precedenza da un termoigrografo su carta, oggi da dispositivi elettronici associati a sonde di lettura capacitive o psicrometriche, dataloggers, che devono avere una sensibilità di lettura tale da registrare il più fedelmente possibile le oscillazioni temporali in ambiente condizionato ed un'accuratezza di misura inferiore quella relativa i limiti di tolleranza richiesti dalle normative.

Negli anni seguenti l’azienda promuove uno studio approfondito sulle prove di laboratorio sviluppando nuovi prototipi che oggi si tramutano in strumenti di controllo per fibre, filati e tessuti per poter soddisfare al meglio le richieste specifiche dei clienti coinvolgendoli e garantendo un Servizio di Qualità Certificata.


LINK INTERNI:
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.